Tu sei qui

1° Congresso Internazionale in Neuroscienze ed Educazione

Categoria: 
Neuroscienze
Tipologia/livello: 
Workshop
Finalità: 
Esito del 1° Congresso Internazionale in Neuroscienze ed Educazione tenutosi a Brescia, Italy
 
Buonasera carissimi amici di C.R.E.A.INSIEME!!
 
E' con grande piacere che condivido insieme a voi la meravigliosa esperienza vissuta al 1° Congresso Internazionale in Neuroscienze ed Educazione svoltosi il passato 30 settembre 1 ottobre 2016.
 
Dire che è stato bello è un'eufemismo. Ciò che abbiamo esperimentato rimarrà per sempre nella mente di tutti. Sono state vissute delle emozioni uniche con una capacità di trasmettere conoscenze da parte dei relatori in modo semplice e genuino, dando grande valore nell'aggiornamento ai professionisti che hanno accettato con fiducia di mettersi in gioco.
 
La presentazione di come funziona il nostro cervello, l'importanza di riconoscere i circuiti e le reti neuronali che ci portano ad apprendere sono stati contributi preziosi non solo nella teoria ma fondamentalmente a livello pratico.
 
Venerdì è stata la prima giornata piena di informazioni che hanno potuto lasciare proposte di lavoro e di approfondimento con rigore scientifico serio e ben organizzato. Abbiamo vissuto l'esperienza di vera inclusione di chi porta con sè Bisogni Educativi Speciali. Si è parlato di attività didattica e neuroscienze applicate, dell'importanza dell'utilizzo dei sistemi informatici applicati in educazione con ottimi risultati, degli studi scientifici che si stanno portando avanti in campo educativo, di quanto sia importante stare attenti a chi dietro alla parola neuroscienze "vende fumo e niente arrosto", di quanto sia importante mantenere un'etica professionale rigorosa e sempre aperta nello studio dei meccanismi del cervello implicati nell'ambito educativo, e di tante altre sfumature in un clima di "fratellanza" e condivisione generosa da parte di tutti   
 
Sabato abbiamo potuto toccare con mano l'evoluzione dell'uomo sapiens sapiens in tutto il suo splendore e abbiamo potuto capire meglio la nostra natura umana al centro della nostra propria vita. Abbiamo vissuto esercizi ed attività concrete da poter mettere in pratica come parte fondante della missione educativa. Siamo riusciti a vivere la quotidianità nel bello ed il brutto del mestiere di insegnare da una nuova prospettiva con l'intenzione di migliorare la nostra visione di quotidianità nel ruolo di insegnare, abbiamo sperimentato le diverse sfumature e approcci che ci vengono incontro quando abbiamo un sospetto Disturbo di Apprendimento Scolastico e come si dovrebbe lavorare prima di procedere all'invio di approfondimento, inoltre, ci è stato illustrato in profondità il disturbo di apprendimento su base non verbale.
 
Dai commenti e dai questionari mi sembra si siano vissuti momenti indimenticabili. Questa è stata l'intenzione dall'inizio per lo staff di C.R.E.A. INSIEME ed è così che è andata.
 
A breve metteremo on line la possibilità di acquistare per intero il congresso con il materiale lasciato dai relatori in modo di permettere a chi voglia approfondire questi temi di poterlo fare, condividendo insieme a noi questo successo che consentira di far raggiungere il successo a chi avrà la saggezza di ascoltare e mettere in pratica ciò che è stato detto. 
 
Vi abbraccio calorosamente
 
Claudia Gomez (organizzatrice dell'evento)
 
P/S:pssstt tenetevi pronti per l'anno prossimo per il 2° Congresso. Mi raccomando
Programma: 
Da dieci anni a questa parte si è assistito ad un crescente interesse per l’applicazione della conoscenze del cervello umano al campo educativo.
 
Questo ha portato allo sviluppo di una serie di nuove pratiche in materia di educazione. Insegnanti, educatori, dirigenti scolastici e riabilitatori, dovrebbero conoscere nel loro percorso professionale, l’utilità del contributo delle neuroscienze applicate all’ambito educativo.
 
L’approfondimento delle conoscenze riferite all’apprendimento, la memoria, l’attenzione e il livello cognitivo diventano una necessità nell’acquisizione di competenze per le figure che fanno parte del sistema scolastico e sanitario, nell’intento di trovare risposte e soluzioni alle diverse situazioni che devono affrontare, considerando l’essere umano a 360°.
 
Le neuroscienze vengono in aiuto ricordando che:
 
Molti scienziati, alla luce delle nuove ricerche, negli ultimi 15-20 anni hanno rivelato come il cervello sia, a livello cellulare, molto malleabile e modifichi costantemente le proprie connessioni interne.
 
Si è visto che l’apprendere nuove abilità si associa allo sviluppo di nuovi contatti (sinapsi) fra i neuroni e che il cervello si costruisce sulla base dell’esperienza.
 
Mentre l’abilità di rimodellare le proprie connessioni interne è ormai un principio certo alla base della memoria e dell’apprendimento, le nuove scoperte degli ultimi 3-5 anni indicano che il cervello ha una seconda possibilità per migliorare le proprie prestazioni, formare nuovi neuroni ed aumentare, così, enormemente le proprie capacità di elaborazione.
 
Si è scoperto che l’ippocampo gioca un ruolo estremamente importante nella regolazione non solo della memoria e dell’apprendimento, ma anche delle emozioni.
 
Queste sono solo alcune delle fantastiche possibilità che derivano dalle recenti scoperte.
 
I ricercatori stanno lavorando affinché queste scoperte portino a metodi semplici per potenziare la capacità del cervello nella produzione di nuovi neuroni per migliorare l’apprendimento e la memoria, piuttostosto che riparare i danni dovuti a infarti o traumi, prevenire o curare la malattia di Alzheimer e il morbo di Parkinson ed altre patologie neurodegenerative.
 
Ecco allora che il Centro di Reti Educative ed Assistenza Scolastica “C.R.E.A. INSIEME” ha deciso di avvalersi di queste nuove scoperte per offrire una proposta di formazione innovativa ed avvincente.

Iscriviti al corso

Compila il form o chiama il numero 328 8840662

 

Informativa sulla privacy

Se hai bisogno del nostro aiuto,
contattaci per una

  consulenza